Segui la nostra pagina FACEBOOK per rimanere sempre aggiornato sulle novità INOLTRE avrai 5 semi in omaggio con il primo aquisto.

Il peperoncino Peter pepper

Eccoci di nuovo a parlare dei nostri peperoncini, oggi è il momento  del peperoncino Peter Pepper che si distingue dagli altri grazie alla sua bizzarra forma fallica.

Indice:


Molte persone credono che questo peperoncino sia molto piccante ma non è cosi, infatti ha una consistenza tipica del peperone con un livello di piccantezza mediamente basso. Alcune persone amano il piccante estremo mentre altre preferiscono un piccante percettibile, per questo consiglio questa varietà a chi piace degustare piatti  con una piccantezza lieve, adatto ai meno temerari o persone che non amano il piccante estremo. Il sapore è molto buono ed aromatico, come abbiamo accennato in precedenza il sapore ricorda un peperone.

Personalmente ne taglio metà dentro un piatto per dare un sapore aggiuntivo inconfondibile seguito da una leggera sensazione di piccante che invade le papille gustative.

La pianta:

La pianta si presenta compatta e cespugliosa, è una delle migliore piante che si adatta perfettamente alla coltivazione in balcone.

Può raggiungere circa i 60CM di altezza e 30-40CM di larghezza.

Le foglie sono verdi e soffici

I fiori hanno petali di colore bianco con andamento pendulo, dal momento in cui entrano nella fase di fioritura possono essere utilizzate anche come piante ornamentali, ma il meglio arriva quando il frutto arriva a maturazione rendendo questa pianta bizzarra ed originale, dove l’occhio non può non notare queste bizzarre forme falliche.

Il frutto:

Come scritto in precedenza il frutto ha una forma fallica, la parte iniziale è liscia mentre nel finale sono presenti delle pieghe e contorsioni. In media raggiungono una dimensione di 6 CM.

Il frutto immaturo è di colore verde, quando arriva a maturazione cambia diventando rosso. Quando il frutto è completamente rosso è possibile rimuoverlo dalla pianta per degustarlo oppure è possibile conservare il peperoncino 

Coltivazione:

La coltivazione di questa varietà non è  particolarmente difficile, consigliamo a mettere a germinare i semi nei primi caldi di Marzo, facciamo germinare i semi al caldo, controllando che la temperatura si aggiri intorno ai 20C°. Il metodo che vi consigliamo per fare questa delicata operazione iniziale è il metodo scottex.

Una volta che i semi avranno preso vita e vedrete le prime radichette possiamo spostare i semi e metterli dentro la terra con la radice rivolta verso il basso ad una profondità di circa mezzo centimetro. Ricordate di innaffiare la terra, in questa fase deve essere umida, quando vedrete che i germogli cominciano ad uscire dalla terra e le prime foglioline cominciano a svilupparsi possiamo metterli al sole, da quanto punto in poi i vostri germogli hanno bisogno di più luce possibile per svilupparsi forti ed in salute.

Quando la pianta ormai ha superato il delicato periodo di germinazione ed ha un’altezza di circa 15-20 CM possiamo metterla all’esterno e se ancora non l’abbiamo fatto possiamo inserirla in un vaso più grande stando attenti a non toccare le radici, ricordate di rimuovere la pianta con tutta la zolletta di terra. Anche se non sembra le radici sono il 90% del corretto sviluppo della pianta.

Se hai ancora dei dubbi abbiamo realizzato una guida dettagliata: come coltivare il peperoncino

Tutte le piante hanno bisogno di terra o terriccio di alta qualità ricco di nutrienti per un corretto sviluppo, per poi passare al fertilizzante biologico se si vuole dare uno sprint alla pianta, frutti e piccantezza!

I nostri prodotti:

Se sei interessato alla coltivazione o degustazione di questa varietà di peperoncino abbiamo elencato alcuni prodotti che abbiamo relativi a questa specie
 





Commenti