Segui la nostra pagina FACEBOOK per rimanere sempre aggiornato sulle novità INOLTRE avrai 5 semi in omaggio con il primo aquisto.

Peperoncino messicano

peperoncino_messicano_pianta.jpg

Il peperoncino messicano è molto diffuso ed utilizzato nella cucina Italiana, chi di noi non ha mai assaggiato il peperoncino messicano? Il nome specifico di questa varietà è Goat’s Weed, il suo successo è dovuto in parte anche alle presunte proprietà afrodisiache, che ne hanno fatto un vero e proprio cult! Le sue origini non corrispondono al suo nome, infatti ha origini Venezuelane, dove trova il suo habitat ideale principalmente nei pressi delle zone Andine, anche se ora è coltivato in tutto il mondo.

Il suo livello di piccantezza si aggira intorno a 30.000 sulla scala di scoville.

Il peperoncino messicano, conosciuto anche con il bizzarro nome di Acrata presenta foglie grandi e robuste, si sviluppa molto in altezza e sia le foglie che il fusto sono ricoperti da una leggera peluria ben visibile, il suo scopo è far si che l’acqua gli scivoli sopra come ad esempio, la cera per l’auto.

Il frutto

I frutti, prodotti in abbondanza, assumono prima un colore verde intenso, per poi passare al nero lucido ed infine al rosso fuoco, questo è l’ultimo stadio della maturazione, quando il peperoncino è giunto a maturazione ed è possibile consumarlo anche crudo (Per i più temerari). Durante la fioritura e la maturazione di questi peperoncini la pianta assume sembianze scenografiche, davvero molto bella da vedere, si possono trovare in contemporanea tutti i colori, a volte anche il singolo frutto presenta delle sfumature.

Coltivazione

Questa varietà di peperoncino contrariamente alle altre resiste bene alle basse temperature, il che la rende coltivabile nelle zone relativamente fredde, se tenuta al coperto anche da un semplice telo non avrà difficoltà a restare in vita nel periodo invernale per poi “svegliarsi” e produrre foglie nel mese di marzo, quindi avrete una varietà di peperoncino che non dovrete più piantare ma solo accudire, ogni anno vi darà dei bellissimi e succulenti peperoncini.

Se desideri avere più informazioni sulla coltivazione del peperoncino potrebbe tornarti utile la seguente guida: come coltivare il peperoncino? 

In cucina

Produce frutti non eccessivamente piccanti, dal carattere leggermente speziato, decisamente non fruttato. Lo si può accostare a quasi tutti i piatti, senza ricoprirli però il sapore piccante. Questo li rende perfetti per sughi, condimenti, pasta, carne e pesce, un vero e proprio jolly della cucina.

La pianta

La pianta può essere coltivata sia in terra che in vaso, se curata correttamente può raggiungere 120 cm di altezza, adatta anche a stare nei balconi grazie al suo sviluppo verticale della pianta stessa. La sua resistenza al freddo ne anticipa anche la germinazione, di circa un mese rispetto alle altre varietà. 

I nostri prodotti


Commenti