5 semi in OMAGGIO se metti mi piace ed entri a far parte della più grande community del peperoncino.

- Autorizziamo la condivisione di tutte le nostre guide tramite link citando la fonte.


Andiamo alla scoperta dei 5 peperoncini più piccanti al mondo.

Il piccante ti piace veramente? Sei sicuro di aver provato tutti i tipi di peperoncino e soprattutto i più piccanti? Pensi di poterli mangiare senza iniziare a bere litri di latte? 

Qui di seguito la classifica dei peperoncini più piccanti al mondo, solo per veri veterani amanti della capsaicina allo stato estremo, con relative descrizioni e consigli. La sigla SHU indica il livello di piccantezza sulla scala di scoville, realizzata dall'immaginazione del chimico statunitense Wilbur Lincoln Scoville.

(Pubblicità - Scopri i migliori sementi delle varietà più belle, rare e piccanti al mondo consultando il nostro catalogo online al seguente link: semi di peperoncino

INDICE

  1. Carolina Reaper
  2. Trinidad Moruga Scorpion
  3. Nava Viper
  4. Bhuth Jolokia
  5. Seven Pod
  1. Carolina Reaper (HP22B) : 1,569,300 SHU. Nel 2013 è stato dichiarato il peperoncino più piccante al mondo. Al momento (11/2014) detiene il record ufficiale di contenuto in capsaicina. E' originario del Sud Carolina a Rock Hill, ottenuto con l'incrocio tra un Naga Morich Pakistano e un Habanero Rosso. Il frutto maturo è rosso intenso, ha un sapore fruttato e dolce con sfumature di cioccolato e cannella ed è stato testato per più di 4 anni presso il laboratorio della Winthrop University ottenendo una media di1,569,300 SHU sulla scala Scoville per ogni singolo frutto.

  2. Trinidad Scorpion Butch T: 1.463.700 SHU. Il peperoncino è nativo dell'America Centrale ed è stato sviluppato in Australia, è  talmente piccante da dover essere maneggiato con le adeguate protezioni. Il frutto a piena maturazione è rosso, grande come una palla da golf, dal sapore fruttato.Nel 2012 è stato classificato come il più piccante al mondo, per poi perdere il posto a favore del Carolina Reaper.Viene usato prevalentemente come base per salse piccanti.

  3. Naga Viper: 1.382.118 SHU. E' il detentore del Guinness World Record fino al 2011 per poi prendere posto a favore del Trinidad Scorpion Butch.E' stato creato in una serra dall'agricoltore Gerald Fowler della Chilli Pepper Company in Inghilterra, incrociando il Naga Jolokia con altre due varietà di peperoncino, il Naga Morich e il Trinidad Scorpion. La varietà non è stabile per tanto non può generare altri frutti, si sta ancora attualmente lavorando per stabilizzare la varietà.

  4. Bhut Jolokiada 855.000 a 1.041.427 SHU. E' un ibrido tra Capsicum chinense e Capsicum frutescens detentore del Guinness World Records nel 2007 fino al 2011 per poi perdere il posto a favore del Naga Viper.
    I frutti a completa maturazione raggiungono i 5/7 cm di grandezza, sono di colore rosso intenso e lasciano in bocca un gusto quasi dolce, molto fruttato.
    Questa varietà è originaria e contivata in India conosciuta anche come "Ghost Pepper". Anche se sta al 4 posto non significa che non è abbastanza potente, bisogna stare molto attenti in quanto il valore di capsaicina è molto elevato!
  1. Seven Pod Douglahda 800.000 a 1.030.000 SHU. E' un peperoncino della specie Capsicum Chinense e proviene dalla zona di Chaguanas di Trinidad & Tobago ed è molto rara. I frutti a maturazione completa sono come una pallina da ping pong, di colore rosso intenso, con retrogusto intenso quasi fruttato.
    7 POD significa "7 FRUTTI", per via della sua incredibile piccantezza si dice che servono 7 frutti di altre varietà si peperoncino comune per raggiungerlo, molto molto piccante.

Video Guinness World Records N.10 Bhut Jolokia

Considerazione finale sul peperoncino calabrese

La cucina calabrese viene considerata dagli Italiani molto piccante, un peperoncino calabrese raggiunge i 20.000 sulla scala Scoville. I peperoncini elencati in questa guida raggiungono oltre 1.000.000 sulla scala Scoville, ora immaginate il livello di piccantezza di questi peperoncini.
 
ATTENZIONE
Quando maneggiate tutti i peperoncini ricordatevi di sciaquare sempre le mani, utilizzate guanti in nitrile (più spessi e resistenti dei comuni guanti in lattice) evitate il contatto con gli occhi e tutte le zone sensibili. Torna all'indice

Commenti