5 semi in OMAGGIO se metti mi piace ed entri a far parte della più grande community del peperoncino.

BIETOLA DA COSTE

INDICE:


ORIGINI

La bietola da costa è una varietà di barbabietola originaria del bacino del Mediterraneo, appartenente alla famiglia delle Chenopodiaceae, utilizzata già in tempi molto antichi dagli Assiri prima della nascita di Cristo, e a Roma, i cui pragmatici romani erano riusciti a trovarne diversi tipi, attribuendone capacità mediche e culinarie.

DESCRIZIONE

La bietola da coste presenta una radice fittonante carnosa di 2-4 cm di diametro e 20-30 cm di lunghezza. Le foglie alla base della pianta hanno un lembo spatolato, liscio, sorretto da un picciolo carnoso ed appiattito (costa). Lo scapo fiorale è angoloso con i fiori piccoli, verdastri, a loro volta riunite in pannocchie; ciascun fiore è costituito da un ovario uniloculare; l'impollinazione è anemofile e la fecondazione spesso incrociata.

COLTIVAZIONE

La bietola da coste può essere coltivata sia d’inverno che d’estate, in quanto ha esigenze termiche limitate.

Nell’Italia meridionale si coltiva in autunno-inverno per via del clima temperato, mentre nell’Italia Settentrionale si coltiva nel periodo primavera-estate. E’ importante tenete conto delle distanze delle piante, devono essere posizionate in file distanti tra loro 30cm, preparando il terreno preferibilmente già in autunno con pacciame e concime organico.

Inoltre ha basse esigenze termiche e tollera temperature di -2 -3°C. Si adatta a tutti i tipi di terreno, anche se preferisce quelli profondi, freschi, ben drenati e dotati di sostanza organica, con pH neutro o subalcalino; tollera bene elevati gradi di salinità.

La crescita delle foglie necessita di molta umidità, quindi ricordatevi di irrigare la pianta (nelle ore meno calde della giornata se in estate) per avere una foglia più appetitosa.

La fioritura avviene in primavera-estate e la raccolta del seme in luglio-agosto; il frutto è un glomerulo legnoso grinzoso indeiscente. La durata della germinabilità è 4-5 anni.

RACCOLTA

La raccolta della bietola da coste consiste, una volta pronta, nello staccare le foglie più esterne o semplicemente dare un taglio netto alla base quando ha raggiunto i 2 o 3 mesi di vita.

AVVERSITA’ E PARASSITI

La malattia fogliare più pericolosa che potrebbe colpire la nostra coltivazione è la cercospora, nota anche come "vaiolatura"; altre crittogame dannose della parte aerea sono la peronospora (Peronospora farinosa) e la batteriosi.

Gravi danni sono prodotti anche da alcune virosi trasmesse per seme e da alcuni insetti vettori, i più conosciuti e comuni sono: Virus del giallume e Virus del mosaico.

CONSERVAZIONE

Come tutti gli ortaggi è preferibile consumare il prodotto in giornata, può essere tenuto in frigo dai 4 ai 5 giorni in media, più tempo passa e più la verdura si rovina e perde tutte le sue proprietà.


Commenti